I trattamenti non chirurgici possono includere cambiamenti comportamentali, ad es. ridurre o eliminare i movimenti ripetitivi della mano, indossare un tutore ortopedico durante la notte o assumere farmaci antinfiammatori per via orale o iniettati direttamente nel tunnel carpale.

I trattamenti chirurgici più comuni sono la chirurgia aperta e la chirurgia endoscopica. Entrambe le procedure mirano ad alleviare la pressione esercitata sul nervo mediano tramite il taglio chirurgico del legamento trasverso e l'allargamento del tunnel carpale, allo scopo di lasciare più spazio al nervo. Entrambe le procedure sono efficaci, ma la chirurgia endoscopica ha tempi di recupero più brevi, causa meno dolore post-operatorio e lascia una cicatrice più piccola e meno evidente. 1


Chirurgia aperta

Durante l'intervento di chirurgia aperta, viene praticata un'incisione che dalla piega del polso raggiunge il centro della palma della mano e attraversa strati di pelle, grasso e tessuto connettivo. Una volta che il legamento trasverso è esposto, il chirurgo lo incide con una lama per rilasciare la pressione sul nervo, quindi sutura l'incisione e medica la mano. 

Incision---Open-Larger-Scar-shadow.png

La procedura è efficace; ma potrebbe non essere l'opzione migliore per alcuni pazienti, perché lascia una cicatrice che va dal polso al centro della palma della mano e i tempi di recupero e riabilitazione possono prolungarsi per diverse settimane, a causa del dolore post-operatorio, la profondità del taglio e la lunghezza dell'incisione.

Chirurgia endoscopica

Durante la chirurgia endoscopica a singolo portale viene eseguita una piccola incisione nella piega del polso, attraverso la quale il chirurgo inserisce una minitelecamera montata su uno strumento chirurgico chiamato SmartRelease™ ECTR. Il dispositivo permette al chirurgo di vedere all'interno del tunnel carpale utilizzando un monitor video. Il chirurgo incide con precisione il legamento con una lama retrattile contenuta nello SmartRelease™ ECTR, senza tagliare la palma della mano. Una volta che il legamento trasverso è esposto, la lama viene ritratta, lo strumento estratto e la piccola incisione suturata e medicata.

Il principio guida di questa procedura mini-invasiva è ridurre al minimo il dolore post-operatorio, evitando un'incisione aperta che si estende dal polso alla palma della mano. La chirurgia endoscopica è molto efficace e viene praticata da oltre 20 anni. Causa meno dolore post-operatorio, lascia una cicatrice minima nascosta nella piega del polso e in generale consente ai pazienti di riprendere alcune attività normali in poco tempo.1

Il gonfiore nel tunnel carpale può comprimere il nervo mediano, causando la STC. I trattamenti chirurgici tagliano il legamento traverso del carpo per lasciare spazio al nervo. La lacuna lasciata dal taglio del legamento verrà colmata da nuovo tessuto.

Il gonfiore nel tunnel carpale può comprimere il nervo mediano, causando la STC. I trattamenti chirurgici tagliano il legamento traverso del carpo per lasciare spazio al nervo. La lacuna lasciata dal taglio del legamento verrà colmata da nuovo tessuto.


1 "Single-Portal Endoscopic Carpal Tunnel Release Compared with Open Release"
Trumble TE, Diao E, Abrams RA, Gilbert-Anderson MM The Journal of Bone & Joint Surgery 2002; 84:1107-115